Adele Patrini

Socio Fondatore e Vicepresidente dell’Associazione Culturale «Forgiatura Patrini»

Vice Presidente Scuola Italiana di Senologia

Portavoce di Europa Donna Italia nel Comitato Scientifico Accademia di Senologia “Umberto Veronesi”

Presidente Associazione C.A.O.S. onlus – Centro Ascolto Operate al Seno

Membro del Comitato di Indirizzo del Consiglio di Corso di Studi Scienze e Tecniche della Comunicazione, Università degli Studi dell’Insubria

Portavoce dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Varese

Consigliere emerito Società Italiana di Psicooncologia sezione Lombardia

Volontaria Lega Italiana Lotta contro i Tumori di Milano Monza Brianza

Delegato FAVO Lombardia – Federazione delle Associazioni di Volontariato in Oncologia

Referente Area Volontariato– Centro di Ricerche in Senologia Università degli Studi dell’Insubria di Varese

Ex Membrodel Comitato Etico di MultiMedica Holding

Ex Membrodel Comitato Etico dell’INSUBRIA

Membro del Comitato Etico Lombardia 3 Policlinico di Milano

Promotore come FAVO Lombardia, con ATS Insubria, del Tavolo Tecnico Permanente  di confronto di tutte le Associazioni di Volontariato Oncologico afferenti alle ASST Sette Laghi, Lariana e Valle Olona.

Attraverso CAOS collabora con Equipe Multidisciplinare di Senologia di:

  • ASST dei Sette Laghi Azienda Socio Sanitaria Territoriale della Provincia di Varese

(Ospedali di: Varese, Tradate, Cittiglio, Luino, Angera)

  • ASST della Valle Olona – Azienda Socio Sanitaria Territoriale della Provincia di Varese

( Ospedali di: Busto Arsizio, Gallarate, Somma Lombardo,  Saronno)

  • Gruppo MultiMedica: Castellanza, San Giuseppe Milano, e Sesto Sangiovanni
  • Istituto Clinico Humanitas Mater Domini Castellanza e Humanitas Rozzano
  • Grande Ospedale Metropolitano di Niguarda

MembroComitato Scientifico Associazione PRIAMO – Brescia

Presidente del Comitato di Partecipazione della Fondazione Felicita Morandi

Membro del Gruppo di Lavoro AIOM (Associazione Italiana Oncologia Medica) per le linee guida assistenza psico-sociale ai pazienti oncologici

Membro del “Collegio dei Saggi” della Fondazione per la Comunità di Malnate

Fondatore e Presidente Onorario“I Patrini” Team Baseball Giocato da Ciechi AIBxC

Consigliere Regionale FIBS Federazione Italiana Baseball e Softball  Lombardia

22 Ottobre 2020 – Adele Patrini Premio Rosa Camuna Regione Lombardia 2020, istituito per riconoscere pubblicamente l’impegno, l’operosità, la creatività e l’ingegno di coloro che si siano particolarmente distinti per contribuire allo sviluppo economico, sociale, culturale e sportivo della Lombardia.

SocioAssociazione PalinURO – Istituto Nazionale dei Tumori di Milano

Socio Fondazione “Giacomo Ascoli”, Oncoematologia Pediatrica

Socio Fondatore e membro della “FONDAZIONE EQUA Research for People” – Fondazione Equa nasce nel 2022 come realtà no profit ed è formata da ricercatori e consulenti del mondo socio-sanitario con la volontà di voler essere un punto di riferimento e di connessione tra il sistema pubblico e privato attraverso lo studio, la ricerca e la consulenza; vogliamo contribuire alla costruzione di un sistema migliore che si fondi su principi quali l’equità, la responsabilità sociale e la sostenibilità. Questo vuole essere perseguito insieme ai diversi stakeholder quali istituzioni, enti socio-sanitari, associazioni di pazienti, università e aziende private attraverso la ricerca, la formazione e l’informazione, l’aggiornamento.

 

UN PENSIERO:

L’aumento dell’incidenza oncologica ha condotto l’OMS ad includere questa patologia ed i relativi trattamenti tra le priorità emergenti della salute pubblica, inserendo tra le cinque peculiarità della lotta al cancro la variabile psicosociale. I vari protocolli internazionali danno la misura di come la comunità scientifica abbia particolare attenzione ad una cultura interdisciplinare che, nella pratica clinica, nella formazione e nella ricerca, attribuisca particolare attenzione all’acquisizione, da parte di tutte le figure professionali, di nuove competenze relazionali e culturali per far fronte ai bisogni molteplici connessi alla gestione di una malattia cronica ed invalidante come il cancro. Pertanto si sviluppa una nuova consapevolezza: dare risposte non solo in termini di eccellenza tecnico-scientifica delle cure, ma anche di capacità di  risposta ai molteplici bisogni complessi ed impellenti  dei pazienti e dei familiari.

La finalità che si prefigge il volontariato in oncologia è quella di indagare e far conoscere i bisogni globali (espressi ed inespressi) della persona affetta da tumore e della sua famiglia; promuovere presso le Istituzioni la cultura interdisciplinare del “prendersi cura”; realizzare consapevolezza nella relazione di aiuto, efficienza professionale e lavoro di rete delle intelligenze esistenti. È radicata la convinzione che, sempre più, le associazioni di volontariato, proprio per la loro peculiare vocazione di essere “dentro i problemi”, debbano acquisire un ruolo di movimento d’opinione, di voce autorevole e di protagonismo attivo nel panorama delle scelte strategiche istituzionali e scientifiche che riguardano le risposte ai bisogni dei pazienti.

CAOS promuove una “scienza” che sia espressione di libertà e integri: ricerca,  scambio di saperi,  considerazione della persona,  formazione e  solidarietà.